Festival di Sanremo 2014: Casta superospite, invitate le mogli dei marò PDF Imprimir E-mail

Sanremo - L’incognita Grillo e due “ospiti” speciali: Vania Ardito (moglie di Salvatore Girone) e Paola Moschetti (moglie di Massimiliano La Torre), le compagne dei due marò prigionieri in India, invitate in sala per assistere all’avvio con il botto del Festival di Sanremo 2014. Ma non ci saranno: lo stato d’animo non è tale da permettere una serata di evasione. È stato il sindaco di Sanremo ad annunciarlo, non senza una punta di orgoglio.

In particolare, la moglie di Girone ha chiesto che «l’ambasciatore italiano in India, appena richiamato», resti «in Italia sino al rilascio di Massimiliano e Salvatore: speravamo che il governo indiano desse ascolto al diritto internazionale. I due militari devono rientrare in Italia, e semmai proseguire con una verifica dei fatti in Italia». Alla luce di questo, «l’ennesimo rinvio è un’ingiustizia. Dopo 2 anni non c’è ancora un capo di imputazione, siamo stanchi di aspettare, è ora che tornino a casa». E però, ha aggiunto la donna, «non abbiamo mai perso la fiducia nelle istituzioni: questo è il terzo governo che si istituisce, ma la nostra fiducia resta, sono loro che devono portare a casa Salvatore e Massimiliano». A chi le chiedeva se si sentissero «abbandonate dallo Stato», la Ardito ha risposto così: «Assolutamente no, ma temiamo che il governo indiano continui a trattenere ingiustamente Massimiliano e Salvatore in India».

Il Festival verso la prima serata

Tornando alla kermesse, completano il quadro della prima serata l’esibizione dei primi big e gli ospiti: Ligabue, che farà un omaggio a Fabrizio De André, Raffaella Carrà e a Yusuf Cat Stevens, oltre ovviamente a Laetitia Casta. In men che non si dica, in conferenza stampa, parte il duetto Fabio-Laetitia, un “cinguettio” che ha il sapore di sincera amicizia: «Potrei cavarmela con il più sincero dei “grazie” - dice Fazio - ma la tv ci ha abituati alle ospitate, alle persone che scambiano due battute sull’ultimo film e via. Laetitia, invece si è impegnata tantissimo, l’idea è quella di fare un “numero” - e qui Fazio usa un termine un po’ retro - in omaggio ai sessant’anni della tv. Laetitia sarà ospite domenica a “Che tempo che fa” (trasmesso eccezionalmente su Rai Uno) per parlare del suo film “Una donna per amica”». Ma, «se posso rivelare una piccola cosa, la contemporaneità ci ha abituati a distinguere l’aspetto esteriore e quello interiore, Laetitia ha fascino da sempre, luci dentro e fuori per le quali incanta il mondo intero». Tanto fascino, da fare commettere al direttore di Rai Uno una gaffe, che sembra più un lapsus freudiano, quando, annunciando gli ospiti della serata, nomina una certa «Raffaella Casta».

Sulla stessa lunghezza d’onda, la bella Laetitia, rivolta a Fazio: «Anche tu sei molto speciale per me: in questa avventura ho vissuto belle cose, continuiamo a fare insieme una bella storia. Sono piena di gioia, perché facciamo le cose con il cuore, con energia. Stasera facciamo una festa». AL che Fazio risponde con ironia: «Temo che la facciano a me...».

 

AddThis Social Bookmark Button