ARIANNA CASALE, ANDREA ROSADA E MARINA CASTROVILLARI:"Siena - Regione Toscana" PDF Imprimir E-mail

SienaSiena è un comune italiano che si trova al centro della regione Toscana in un vasto paesaggio collinare. La città fu già un centro etrusco, divenne poi colonia militare romana, ma è nel Medioevo che conobbe la sua più grande stagione politica scontrandosi con Firenze.


I Guelfi fiorentini vinsero gli scontri e Siena dovette rinunciare a ogni mira espansionistica, il potere della città passò dai consoli al governo dei Nove che ressero il potere dal 1287 al 1355. In questo periodo la città conobbe un eccezionale sviluppo delle arti e delle architetture. Questo età lussureggiante si interruppe bruscamente nel 1348 a causa di una terribile epidemia di peste nera che ridusse di tre quinti la popolazione senese.

 

PIAZZA DEL CAMPO, PALAZZO PUBBLICO E TORRE DEI MANGIA

 

Piazza Del CampoPiazza del Campo è il principale spazio pubblico della città ed è per la su conformazione unica al mondo. Nel 1347 la parte centrale venne lastricata in mattoni e divisa in nove settori da strisce di pietra grigia in memoria del governo dei Nove, fautore della costruzione del palazzo pubblico e della piazza stessa. La piazza è a forma di conchiglia ed è in discesa verso il Palazzo pubblico che la chiude a sud-est con la Torre dei Mangia. Sugli altri lati, Piazza del Campo è delimitata da una cortina di edifici antichi.

 

Palazzo Pubblico venne costruito tra il 1297 e il 1310 e venne successivamente ampliato. Si tratta di un capolavoro di architettura gotica. La parte centrale della facciata è a tre piani mentre le due ali sono a due piani di cui il secondo piano venne aggiunto a fine del 1600. Il paramento murario è in pietra fino al primo ordine di trifore e poi in laterizio. Il coronamento del palazzo è a merli.

 

A sinistra si trova la torre dei Mangia, costruita tra il 1338 e il 1348 è alta 88 metri ed è in laterizio. I quattro angoli della torre sono esattamente orientati in direzione N-S ed E-O. La torre rappresentava una sorta di  campanile laico del comune e venne chiamata così perché si diceva che il suo primo custode, amante della buona cucina, sperperasse a tavola i propri guadagni.

 

In Piazza del Campo si corre due volte all’anno, il 2 luglio e il 16 agosto, il famoso Palio delle Contrade. Si tratta di una corsa di cavalli montati a pelo (senza sella), ogni contrada ha il proprio cavallo. Le contrade sono 17 e sono delle piccole città nella città poiché hanno una loro solida organizzazione e gerarchia con usi e costumi che conservano nel tempo la propria forza e il proprio fascino.

 


IL DUOMO

 

Il DuomoIl Duomo di Siena è dedicato all’ Assunta ed è in stile romanico - gotico. Venne costruito tra il XII e il XIII secolo e subì nei secoli successivi modifiche e ampliamenti. La facciata presenta tre grandi portali sormontati da cuspidi triangolari e un grande rosone centrale. La parte inferiore è in stile romanico - gotico ed è opera di Giovanni Pisano mentre la parte superiore è da attribuirsi a Giovanni di Cecco ed è in stile gotico fiorito. La pianta è a croce latina e presenta tre vaste navate sormontate da volte azzurre con stelle d’oro.

 

Sia l’interno che l’esterno del Duomo è caratterizzato dalla bicromia delle fasce bianche e nere. Nell’abside è da notare il bellissimo coro ligneo e la vetrata piombata circolare con storie della vergine eseguita su disegno di Duccio. Dalla navata sinistra si accede alla libreria Piccolomini, eretta nel 1492.

 

Alla base dell’abside del Duomo, venne eretto  tra il 1316 e il 1325 il Battistero dedicato a san Giovanni battista. La facciata è della seconda metà del trecento ed è incompiuta. L’interno è diviso in tre navate da due grandi pilastri ed è coperto da volta ogivale. La fonte battesimale posta al centro del Battistero è a forma esagonale ed è decorata da pannelli in bronzo, con rappresentata la vita di Giovanni Battista, ad opera di Jacopo della Quercia, Turino di Sano, Giovanni di Turino, Lorenzo Ghiberti e Donatello.

 


MUSEO DELL’OPERA METROPOLITANA

 

Museo Dell' Opera MetropolitanaIl museo ospita opere d’arte provenienti dal Duomo e dalla diocesi di Siena. Le opere più famose sono: il tondo di Donatello raffigurante una Madonna col Bambino; un bassorilievo di Jacopo della Quercia, le dieci statue di Giovanni Pisano staccate dalla facciata del Duomo; la Maestà di Duccio di Buoninsegna (1308-1322), che era stata commissionata per l’altare maggiore del Duomo; il trittico di Pietro Lorenzetti sulla natività della Vergine; la Madonna col Bambino di Duccio e moltissimi altri capolavori.

 


MUSEO CIVICO

 

Museio CivicoIl Museo Civico, a cui vi si accede dal cortile del Palazzo Pubblico, ospita altre opere di pregio inestimabile e di grandissimo interesse storico-artistico: la Maestà di Simone Martini nella sala del Mappamondo (antica sede del Consiglio, il cuore del Palazzo) e nella sala dei Nove è presente il primo grande ciclo profano della pittura italiana: Effetti del buon Governo in città e in campagna e , sulla parete opposta, Il malgoverno e i suoi effetti, realizzati da Ambrogio Lorenzetti tra il 1337 e il 1339.

 

Siena è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

AddThis Social Bookmark Button