Annalisa Minetti PDF Imprimir E-mail
ImageAnnalisa Minetti (Rho, 27 dicembre 1976) è una cantante italiana.


Dopo la gavetta nei pianobar e una partecipazione a Miss Italia nel 1997, durante la quale balzò agli onori della cronaca a causa della sua cecità, ha partecipato al Festival di Sanremo 1998 risultandone vincitrice sia nella categoria "Nuove proposte" sia nella classifica principale, a causa di alcune novità nel regolamento di quell'anno della manifestazione canora, con la canzone Senza te o con te scritto da Massimo Luca e Paola Palma prodotto artisticamente da Massimo Luca.

Successivamente ha pubblicato due album per la Sony Music sia in Italia che all'estero, partecipando anche al Festival di Viña del Mar, e ha debuttato anche in alcuni spettacoli teatrali. Negli anni duemila ha partecipato al reality show musicale Music Farm, mentre la sua produzione musicale si è limitata alla pubblicazione di numerosi singoli, ha collaborato con Toto

Cutugno con il quale ha partecipato al Festival di Sanremo 2005 con la canzone Come noi nessuno al mondo e con cui ha duettato in alcune edizioni successive della manifestazione nelle serate dedicate alle collaborazioni. In questi anni si è sposata con Gennaro Esposito, dal quale ha avuto il suo primo figlio, Fabio, nel 2008.

 

 

Gli esordi

All'inizio degli anni novanta si diploma in ragioneria e fonda un duo col quale si esibisce come artista di pianobar in Lombardia. Esordisce discograficamente nel 1995, partecipando al singolo Metti un lento in un gruppo, i "Perro Negro" e provando la partecipazione alla sezione "Nuove Proposte" del Festival di Sanremo, ma viene eliminata nella selezione autunnale chiamata Sanremo Giovani. Il complesso si scioglie dopo questa esperienza. A quindici anni, tra l'altro, scopre di essere ammalata di retinite pigmentosa e degenerazione maculare, malattie che la porteranno ad una graduale cecità, fino a farle vedere solo luci ed ombre di giorno e nulla di notte. Nel luglio dello stesso anno posa per un fotoromanzo pubblicato dal periodico francese "Nous Deux", di cui lo scenografo è Carlo Pedrocchi. Riprende, poi, l'attività di cantante di pianobar quando viene notata da un talent scout alla ricerca di volti nuovi per Miss Lombardia ove vince e viene lanciata per Miss Italia.


La vittoria al Festival di Sanremo

Partecipa quindi al concorso di Miss Italia nel 1997 ottenendo qualche stralcio polemico in quanto il fatto di essere parzialmente non vedente fu subito ripreso dai giornali, dandole una certa notorietà prima della finale. Nonostante fosse molto favorita non riuscì comunque a vincere, arrivando tra le prime dieci e diventando però "Miss Gambissime".


Si rifà, comunque, nel 1998, quando supera la fase di Sanremo Giovani con la canzone "L'eroe sei tu", cover in italiano di un brano di Mariah Carey e debutta come solista al Festival di Sanremo vincendo la categoria "Nuove Proposte" con il brano Senza te o con tenon senza polemiche rispetto a una presunta posizione avvantaggiata per l'handicap della cantante, tra cui quella di Aldo Busi durante il Dopofestival. Il regolamento di quell'anno prevedeva che i primi tre classificati della sezione giovani gareggiassero anche nella categoria Big e, a sorpresa, riuscì ad imporsi anche tra i Big, precedendo Antonella Ruggiero e vincendo quell'edizione del Festival di Sanremo sia nella categoria delle nuove proposte sia nella generica dedicata ai big.  Con la vittoria del Festival di Sanremo pubblica anche il suo album di debutto, Treno blu, pubblicato dalla Sony Music; tuttavia, l'album non riscuote molto successo. Nel 1998, dopo la vittoria a Sanremo, tiene una serie di concerti in tutta Italia e parte anche in Cile per partecipare al Festival di Vina del Mar dove le viene assegnato il premio "Arancia d'oro". Pubblica anche una versione spagnola del suo primo album, "Treno blu", che ha venduto in Italia 50mila copie. Nel settembre 1999 pubblica il suo secondo album, "Qualcosa di più", a cui hanno collaborato anche, tra gli altri, i Pooh, Eros Ramazzotti e Ron. Tuttavia, quest'album riscuote pochissimo successo e risulterà essere l'ultimo, almeno al momento, della cantante.


Gli anni 2000

Nel 2000 debutta come attrice al musical "Beatrice & Isidoro" nei panni di Beatrice e nel dicembre dello stesso anno partecipa al "Giubileo per disabili" in diretta sulla Rai dal Vaticano.


Nel 2002 sposa il calciatore napoletano Gennaro Esposito e l'anno successivo si diploma come insegnante di spinning e step, diventando insegnante di queste due discipline nelle palestre di Valdisangro in Abruzzo e Fasano in Puglia, mentre nel 2004, Annalisa partecipa al format televisivo Music Farm condotto da Amadeus, prima edizione del reality che prevedeva sfide musicali tra cantanti, perdendo la sfida che l'avrebbe fatta accedere alla finale, in favore di Riccardo Fogli.


L'anno successivo, a sua detta, non sarebbe stata accettata in gara al Festival di Sanremo per ragioni artistiche, tuttavia Toto Cutugno le propone di duettare con lui nella canzone Come noi nessuno al mondo partecipando insieme alla gara.Tale canzone si classifica 1ª nella sezione "Classic", introdotta quell'anno dal conduttore Paolo Bonolis, e 2ª nella classifica generale.


Nel 2006 alla vigilia del Festival di Sanremo, dichiara di avere subito una discriminazione dal conduttore Giorgio Panariello e dal direttore artistico Gianmarco Mazzi: Dino Vitola, agente della cantante, ha affermato che Panariello gli ha detto di non portare una persona cieca alla manifestazione. Panariello e Mazzi hanno smentito indignati, sostenendo di averla esclusa soltanto per ragioni artistiche. La cantante scrive a tale proposito la canzone Fammi fuori, una canzone contro l'ignoranza e i pregiudizi della gente sui portatori di handicap e, indirettamente, contro Panariello e Mazzi. L'anno successivo, nel luglio 2007 duetta in un concerto con Claudio Baglioni; nell'ultimo trimestre dello stesso anno, ancora in attesa del suo primogenito, posa per alcune foto insieme ad altre donne famose in dolce attesa, che saranno pubblicate in due calendari i cui proventi andranno in beneficenza.


Il 3 gennaio 2008 nasce Fabio, il suo primogenito, ma il 28 febbraio successivo, dopo l'ennesima bocciatura al Festival di Sanremo (ben 5 le canzoni invitate alla commissione), è nuovamente invitata al Teatro Ariston da Toto Cutugno in occasione della serata dei duetti, per la canzone Un falco chiuso in gabbia.


Nel 2009 ha partecipato all'ultimo disco di Claudio Baglioni "Q.P.G.A., cantando l'intro di "Buon viaggio della vita".


Nel 2010 partecipa all'11º Festival della nuova canzone siciliana col brano Nun ti bastu, cantato in siciliano, nella categoria Premio Sicilia

AddThis Social Bookmark Button